Il sito dell'Istituto Nautico San Giorgio utilizza cookie per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookies Law

Benvenuti

LOGO AJA EU ISO 9001 2008

banner PON 14 20

Sotto Azione 10.8.1.A2 Ampliamento infrastrutture di rete LAN/WLAN

Sotto Azione 10.8.1.A3 Ambienti digitali

Pon 2014-2021 Competenze e ambienti per l'apprendimento

 

icona inglese English version

SOS 2   mariepro logo

 

L’Istituto “Nautico San Giorgio” di Genova e Camogli rappresenta una delle più antiche scuole tecniche italiane, essendo sta to istituito nel 1827 su Decreto Regio sabaudo. In tutti questi anni la sua funzione è stata quella di formare soprattutto allievi ufficiali di coperta e di macchina per la Marina Mercantile italiana, nonché costruttori navali per la cantieristica. Sino ad oggi si sono diplomati oltre 20.000 studenti.

 

Oggi l’Istituto, che con la riforma della scuola superiore ha assunto la denominazione di “Istituto Tecnico Statale dei Trasporti e Logistica”, risulta essere il più importante Istituto tecnico della Liguria e il più grande Istituto Nautico a livello nazionale, con 1440 allievi e 140 insegnanti. La missione formativa si esprime nella preparazione degli allievi ufficiali di coperta, di macchine, per il diporto, di allievi piloti aereonautici, di costruttori navali ed addetti al settore delle riparazioni navali, nonché tecnici per la logistica portuale. Uno degli elementi caratterizzanti il percorso innovativo dell’Istituto è il significativo ricorso alla pratica dell’alternanza scuola lavoro, riuscendo a coinvolgere un range significativo di giovani del triennio in esperienze di stage lungo, anche nei contesti meno semplici quali quello dell’imbarco, attraverso diverse convenzioni con Compagnie di Navigazione. In questo senso si sono svolti diversi corsi di formazione tecnico superiore (IFTS) per la preparazione di ufficiali per la nautica da diporto e per la logistica. Attualmente l’Istituto è impegnato in diversi progetti internazionali tutti incentrati sulle tematiche della sicurezza del lavoro marittimo e del rispetto dell’ambiente, in applicazione delle normative internazionali STCW definite dall’IMO.(International Maritime Organization) Da sei anni il percorso dell’Istituto nella formazione degli ufficiali si é integrato con l’Accademia della Marina Mercantile di Genova, diventando poi capofila istituzionale della Fondazione che presiede all’Istituto Tecnico Superiore per la Mobilità Sostenibile, struttura  pubblica per la formazione degli ufficiali a livello nazionale, determinando così un percorso pubblico complessivo che accompagna   l’aspirante ufficiale oltre il diploma sino al conseguimento dell’abilitazione professionale di ufficiale di coperta o di macchina presso il Ministero dei Trasporti. In questa esperienza sono coivolte tutte le espressioni del cluster marittimo nazionale, a partire da Confitarma, attraverso la garanzia degli imbarchi sulle navi mercantili degli associati sino al raggiungimento dei dodici mesi di praticantato necessari per sostenere l’esame professionale, unitamente all’acquisizione di competenze e corsi professionali sulla sicurezza richiesti dalle normative internazionali per poter essere abilitati ufficiali.   Analogamente, nell’ambito della cantieristica, l’Istituto aderisce al “Consorzio della Cantieristica e delle riparazioni navali” voluto dai principali operatori del settore (San Giorgio al Porto, Cantieri di Marsiglia, Mariotti, ecc) con la funzione di operare per la formazione di tecnici ed addetti nelle figure professionali richieste dal mercato delle riparazioni navali.

Nell’ambito della definizione dei nuovi percorsi quali il Tecnico per la Logistica si è riusciti a determinare una struttura progettuale che, con l’ausilio di Confindustria e dei sindacati, e riuscita a coinvolgere tutti i soggetti caratterizzanti il cluster dei trasporti liguri, dalla logistica portuale alle ferrovie ai trasporti aerei, che hanno proceduto ad una programmazione del triennio formativo unitariamente al corpo docente dell’Istituto, predefinendo quindi un soggetto formativo straordinariamente confacente ai bisogni delle aziende partecipanti, peraltro già impegnate ad offrire tangibili esperienze di alternanza scuola lavoro per i soggetti coinvolti.

L’Istituto da diversi anni mantiene e rinnova la certificazione di qualità ISO 9001 attraverso un processo di autoformazione di diversi docenti e di conseguente gestione dei processi di verifica ed accompagnamento.